Sacra Sindone, una nuova ricerca: “Almeno metà delle macchie di sangue è falsa”

Alcune non trovano giustificazione in nessuna posizione del corpo

Immagine di repertorio

Almeno metà delle macchie di sangue presenti sulla Sindone sono false o "irrealistiche". E’ l’esito di una nuova ricerca realizzata dall'università di Liverpool e dal Cicap le cui conclusioni sono state pubblicate sul "Journal of forensic sciences". 

Da decenni si discute sull'autenticità del telo e moltissime ricerche scientifiche sono state condotte sulla Sindone di Torino. Proprio l’ultimo studio rivela che almeno la metà delle macchie di sangue della Sindone sarebbe falsa: solo alcune, infatti, sarebbero compatibili con la posizione di un uomo crocifisso, ma altre non trovano giustificazione in nessuna posizione del corpo, né sulla croce né nel sepolcro. 

I dati pubblicati si basano su un esperimento (condotto da Matteo Borrini, dell'università di Liverpool, e Luigi Garlaschelli, del Cicap) che, con le tecniche di medicina forense, ha ricostruito la formazione delle macchie. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

Torna su
TorinoToday è in caricamento