Cronaca Centro

E' tempo di crisi, l'amministrazione sostiene le luci di Natale in centro

La circoscrizione 1 ha stanziato la cifra che equivale a circa un quarto del costo complessivo delle luminarie

La circoscrizione 1 darà un contributo di 9500 euro alle associazioni di via per l'installazione delle luci di Natale. La cifra equivale a poco più del 25% dei complessivi 37000 euro di spesa riguardanti le illuminazioni natalizie e in un momento come questo non è poco. La metà dei negozianti in centro ha deciso di non installare le luci di Natale perché con la forte contrazione dei consumi, prevista anche per il periodo natalizio, e l'aumento degli affitti risparmiare il più possibile è vitale.
 
La circoscrizione ha deciso di intervenire sapendo bene che per incentivare le persone a comprare è fondamentale allontanare lo spettro della crisi, almeno in corrispondenza delle feste. "Le luci sono una tradizione importante della nostra città - commenta la consigliera Pd Amalia Santiangeli - e aiutano i commercianti in difficoltà a attirare acquirenti. Ho la sensazione che anche a Natale ci sarà una generale attenzione al risparmio, per cui è fondamentale supportare i negozianti; peraltro continua a essere troppo alto il costo dei parcheggi in centro (2,50 euro), spero che l'assessorato se ne occupi".
 
Anche il consigliere leghista Vagnone esprime la sua approvazione al provvedimento sottolineandone la portata simbolica: "E' un segnale di attenzione che mandiamo alla categoria dei commercianti, su cui la circoscrizione 1 basa gran parte della sua economia. Ora bisogna continuare in questa direzione valorizzando maggiormente il tessuto produttivo". Nonostante gli sforzi le luminarie saranno comunque di meno rispetto agli scorsi anni: in piazza Vittorio le uniche luci saranno gli addobbi sui sedici lampioni mentre le zone meno illuminate saranno probabilmente Borgo San Secondo e il Quadrilatero Romano
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' tempo di crisi, l'amministrazione sostiene le luci di Natale in centro

TorinoToday è in caricamento