Cronaca

Smog in Piemonte: Torino e Alessandria sono già fuorilegge, l’allarme

Legambiente sollecita Regione e Comuni a non farsi trovare ancora una volta impreparati

Immagine di repertorio

Torino, Alessandria, ma anche la più piccola Carmagnola. Sono già diverse le città del Piemonte fuorilegge per smog ancor prima che inizi la stagione più critica per la concentrazione di inquinanti. A denunciarlo è Legambiente che con la campagna Mal’Aria torna ad accendere i riflettori sul problema dell’inquinamento atmosferico nelle città. I livelli di smog continuano ad essere alti, ben oltre i limiti consentiti per legge.

Analizzando i dati relativi ai primi 10 mesi dell’anno emerge che oltre ad esser già stato consumato in diverse città il “bonus” dei 35 superamenti della soglia massima giornaliera consentita per il PM10, sono preoccupanti anche i livelli massimi raggiunti dalle polveri sottili con picchi ad Alessandria di 140 μg/m3, a Novara di 138, Torino 130, Vercelli 116, Asti 115 e Biella 111. Ma oltre i limiti sono anche i valori medi del biossido di azoto a Torino, Novara e Alessandria e le concentrazioni di ozono registrate in tutte le provincie piemontesi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog in Piemonte: Torino e Alessandria sono già fuorilegge, l’allarme

TorinoToday è in caricamento