menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Litigano in strada per un cellulare prestato, ma interviene la polizia

A carico del presunto truffatore è emerso che vi era anche un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Trento

Un cittadino tunisino è stato arrestato per tentata rapina, resistenza, violenza o minaccia a pubblico ufficiale a seguito di un litigio per un cellulare.

L’episodio è avvenuto in corso Giulio Cesare all’interno di un gruppo di extracomunitari. Protagonisti principali un tunisino di 35 anni e un marocchino di 37 anni.

Il 35enne ha chiesto in prestito ad un conoscente il cellulare per effettuare una telefonata. Nel frattempo il proprietario del telefono si è allontanato per fare delle compere, ma al suo ritorno, il tunisino ha affermato che non era più in possesso del cellulare.

Alla pattuglia della volante il 35enne ha dichiarato di averlo ceduto al 37enne marocchino che però era all’oscuro di tutto. In seguito ai controlli è emerso che a carico del 35enne vi era anche un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Trento per rapina, resistenza, violenza o minaccia a pubblico ufficiale.

L’uomo è stato tratto in arresto dagli agenti delle volanti. Il 37enne, invece, è stato denunciato per falsa attestazione delle proprie generalità. Nessuna traccia del telefono oggetto della contesa.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento