Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Crocetta / Corso Vittorio Emanuele II

Litigano in discoteca e si armano di pistole, arrestati prima della vendetta

Sono tornati a casa a prendere le armi con cui si sarebbero voluti vendicare. Una volta tornati davanti alla discoteca si sono trovati di fronte gli agenti di Polizia che li hanno tratti in arresto

Il litigio non poteva concludersi in quel modo. Così tre ragazzi, di 23, 26 e 27 anni, che avevano appena avuto un acceso diverbio in una discoteca di corso Vittorio Emanuele II, sono tornati velocemente a casa a prendere alcune armi che tenevano nascoste e sono tornati per vendicarsi. Ma ad attenderli c’erano gli agenti di Polizia, intervenuti sul posto dopo una segnalazione.

Avrebbero voluto vendicarsi e forse sarebbe finita in tragedia se le forze dell’ordine avessero tardato ad arrivare. Per fortuna alcuni avevano capito le intenzioni dei tre giovani ed è partita la chiamata al 113: quando il taxi con a bordo i ragazzi si è fermato davanti alla discoteca, non c’è stato nemmeno il tempo di scendere dal mezzo.

La perquisizione ha portato al rinvenimento, nel taxi stesso, di due pistole: una Beretta semiautomatica 7,65 con matricola abrasa e canna alterata e un revolver Manurhin MR 73 cal.375 Magnum, risultato essere provento di furto. A casa dei tre ne è stata successivamente trovata un’altra, una Smith & Wesson 945 anch’essa risultata rubata. Inoltre, nel sottoscala dell’abitazione, erano nascoste 346 cartucce compatibili con le tre armi recuperate dagli agenti.

Per tutti e tre i giovani sono scattate le manette per possesso di arma clandestina e alterata. Uno solo del trio è stato invece denunciato per detenzione abusiva di armi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litigano in discoteca e si armano di pistole, arrestati prima della vendetta

TorinoToday è in caricamento