menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Chiama la polizia perché il vicino lo minaccia di morte, ma viene arrestato: era latitante

Dagli agenti della Squadra Volante

Due vicini di casa litigano poi entrambi richiedono l’intervento della Polizia, gli agenti arrivano sul posto e scoprono che uno di loro è destinatario di un ordine di carcerazione, emesso lo scorso novembre, in base al quale deve espiare una pena residua di 5 mesi per rapina e lesioni.

L’intervento degli agenti nel condominio

Intorno alle 17 di mercoledì scorso, gli agenti della Squadra Volante intervengono in un condominio zona Mirafiori per una lite tra inquilini. UN 56enne, il primo a richiedere l’intervento delle forze dell’ordine afferma di aver ricevuto, nel corso del diverbio, minacce di morte dal condomino del piano di sotto. Quest'ultimo, a sua volta, riferisce di aver ricevuto le stesse minacce. Nel corso degli accertamenti però gli agenti della Polizia di Stato scoprono che il primo a richiedere l’intervento per la lite condominiale è anche destinatario di un ordine di carcerazione.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento