Cronaca Via Po

Spintona la compagna nel bar, poi torna nel locale per farla pagare all'uomo che lei aveva guardato

Denunciato per minacce e coltello

immagine di repertorio

Prima ha strattonato e spintonato la compagna facendola cadere a terra, ritenendola troppo curiosa perché interessata a un tatuaggio sul collo di un cliente, poi è uscito per recuperare il loro pitbull che nel frattempo era scappato e infine è tornato con un coltello a serramanico per affrontare il rivale all'interno del bar dove era avvenuto il primo episodio.

È quanto accaduto nella primissima serata di sabato 6 giugno 2020 in un bar di via Po a Chivasso, dove la polizia locale è dovuta intervenire, chiamata dai dipendenti dell'esercizio, per sedare gli animi.

Il protagonista dell'accaduto è stato un 36enne italiano residente nella cittadina, che era entrato nel locale con la donna, 38enne italiana. L'uomo col tatuaggio sul collo invece è un 41enne italiano, anche lui chivassese.

Avendo avuto la peggio nel corso del litigio (in soccorso della donna erano intervenuti diversi clienti), il primo è uscito dal bar per andare a cercare il cane scappato nel corso della sua scenata.

Una seconda pattuglia, a qualche isolato di distanza, ha però rintracciato e identificato lui e la donna, che nel frattempo lo aveva seguito. I due sono stati invitati a recuperare il pitbull che era stato rintracciato in un parco poco distante.

L'uomo, però, non ha ascoltato ed è tornato nel bar estraendo il coltello. La pattuglia che ancora stava raccogliendo testimonianze sull'accaduto lo ha disarmato con l'aiuto di un cliente. Alla fine l'esagitato è stato denunciato per minaccia aggravata e porto abusivo di arma da taglio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spintona la compagna nel bar, poi torna nel locale per farla pagare all'uomo che lei aveva guardato

TorinoToday è in caricamento