menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inveisce contro l'azienda su Facebook, licenziato dipendente

L'ex dipendente ha impugnato il provvedimento dell'azienda. Secondo i suoi legali, infatti, non vi sarebbe stata l'intenzione di offendere la società

Insulta l'azienda su Facebook e viene licenziato. L'episodio si è verificato ad Ivrea, in Comdata, una delle aziende più note del Canavese.

Il dipendente, a causa di alcuni dissidi, si è sfogato contro i datori di lavoro sul noto social network, attraverso un commento condito da un linguaggio decisamente poco "consono".

Scoperto l'insulto, i vertici dell'azienda hanno deciso di porre fine al contratto di lavoro poichè si sarebbe “incrinato irrimediabilmente il rapporto fiduciario che deve esserci tra società e lavoratore”.

A seguito del provvedimento intrapreso da Comdata, l'ormai ex dipendente ha impugnato la stessa decisione. Secondo i legali dell'uomo, infatti, non vi sarebbe stata l'intenzione di offendere l'azienda. Non potendo negare l'effettiva presenza del commento su Facebook, questo sarebbe, tuttavia, da configurarsi come un mero sfogo personale, senza nomi o riferimenti precisi.

La vicenda del licenziamento lascia, però, molti dubbi sull'utilizzo delle pagine personali dei social network. Quanto c'è di pubblico e privato quando si scrive un messaggio personale sul web?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento