menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Flavia Cassaro durante la protesta contro CasaPound

Flavia Cassaro durante la protesta contro CasaPound

Licenziata Flavia Cassaro, la maestra che insultò le forze dell'ordine

Il sindacato: "Una sanzione sproporzionata"

E' stata licenziata Flavia Cassaro, la maestra che durante una manifestazione a Torino, aveva augurato la morte ai poliziotti. Si è concluso così, dal punto di vista amministrativo, con un decreto dell'Ufficio Scolastico Regionale datato 7 giugno 2018, il caso della docente che lo scorso 22 febbraio, mentre CasaPound teneva un comizio in un hotel di corso Vittorio Emanuele, protestò insieme ai militanti antifascisti e inveì contro le forze dell'ordine. Il provvedimento di licenziamento è valido dal 1° marzo scorso, cioè da quando il comportamento di Flavia Cassaro è stato segnalato in procura.

La posizione del sindacato

Anche Matteo Renzi, il presidente del Consiglio uscente, invocò - in diretta televisiva, dagli studi della trasmissione Matrix - il suo licenziamento, così come la allora ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli. In sua difesa è intervenuto il sindacato Cub Scuola e Ricerca: "È legittimo avanzare qualche dubbio sulla strenua “salvaguardia dei  valori democratici della Repubblica” - dichiara Cosimo Scarinzi, coordinatore nazionale -, visto che nel nostro Stato si permette al leader di CasaPound di rivendicare apertis verbis l’eredità del fascismo, mentre si spara con gli idranti su coloro che, in modo magari discutibile, difendono i valori dell’antifascismo - e conclude - .Il licenziamento appare una sanzione sproporzionata e continueremo a garantire la piena difesa di Lavinia Cassaro sia in sede legale che mediante l'azione sindacale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento