Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Condove

Liberato Paolo Bosusco dai rapitori. A Condove è festa grande

Paolo Bosusco è stato liberato dai suoi rapitori, a dare la notizia la tv indiana. Tra i familiari c'è stata una catena di telefonate per avvisarsi a vicenda. Ora attendono con grande emozione il rientro di Paolo a Condove

Paolo Bosusco è stato finalmente liberato dai suoi rapitori in India. A dare la notizia tanto attesa a Condove dai familiari è stata l'emittente televisiva indiana Ndtv. Notizia confermata poco dopo anche dall'ambasciatore italiano in India, Giacomo Sanfelice: "Fonti del governo dell'Orissa mi hanno confermato che il nostro connazionale è libero".

"Sono finalmente libero", queste sono state le prime parole di Paolo Bosusco una volta liberato. "Saluto tutti quelli che mi vogliono bene, la mia famiglia, mio padre, mia sorella, cugine, zie parenti e tutti i miei amici sparsi in Italia e nel mondo. Non preoccupatevi, sapete che sono forte". Paolo Bosusco sta tornando in Italia ed è visibilmente dimagrito. Dice di non aver nessun risentimento nei confronti dei rapitori.

Tra le prime chiamate non poteva mancare quella al padre Azelio, residente a Torino. "Sto bene, torno presto in Italia", avrebbe detto Paolo tranquillizzando i familiari che lo attendono a braccia aperte dal 14 marzo scorso, giorno del rapimento nella foresta di Soroda insieme al compagno di trekking Claudio Colangelo, rilasciato il 25 marzo senza contropartite.

I familiari di Paolo Bosusco hanno appreso inizialmente la notizia dai telegiornali. Il padre Azelio, di 89 anni, abita a Torino. Lo zio Ubaldo, che é stato il primo a sapere della liberazione dai tg del mattino, si trova a San Didero e ha informato inizialmente il fratello con una telefonata. Successivamente ha chiamato anche la nipote Vanna, sorella di Paolo, che si trova attualmente ricoverata in ospedale. "Adesso - ha detto Ubaldo Bosusco - siamo tutti più tranquilli e aspettiamo soltanto di rivedere al più presto il nostro Paolo".

"Mio figlio? E' sicuramente un grosso personaggio", ha aggiunto Azelio Bosusco. "Quando arriverà - ha detto rivolgendosi ai cronisti - vi dirò tutto. Non so se potrò impedirgli di tornare in India: è grande e non lo posso obbligare. E' innamorato dell'India. Mio figlio è sicuramente un grosso personaggio perché il suo percorso di vita è interessantissimo. Ora - conclude - spero solo che arrivi presto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liberato Paolo Bosusco dai rapitori. A Condove è festa grande

TorinoToday è in caricamento