menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale di Ivrea

L'ospedale di Ivrea

Tre nuovi letti elettrici per il reparto di Oncologia dell'ospedale di Ivrea

I tre lettini sono stati donati dalla famiglia di Francesca Gianfredi, un'assistente sanitaria dell'Asl To4 prematuramente scomparsa lo scorso aprile. "L’idea di questi tre utilissimi letti ci è stata suggerita da Francesca stessa"

Il reparto di Oncologia dell'ospedale di Ivrea può contare su tre nuovi letti elettrici. La preziosa attrezzatura è stata donata alla struttura sanitaria dalle famiglie Gianfredi e Remondino: un gesto fatto in memoria di Francesca Gianfredi, un'assistente sanitaria dell'Asl To4 prematuramente scomparsa lo scorso aprile.

I tre lettini sono presidi particolarmente utili, perché permettono un maggior comfort alle persone costrette a letto e ne facilitano la mobilizzazione da parte degli operatori. Il valore di questi supera i 5 mila euro e sono stati consegnati dottor Flavio Boraso, Direttore Generale dell’ASL TO4.

“Rinnovo la nostra sincera vicinanza – ha commentato il dottor Flavio Boraso – per il gravissimo lutto che ha colpito le famiglie Gianfredi e Remondino e porgo loro il più sentito ringraziamento per aver saputo dar voce all’immenso dolore per la perdita di Francesca con un gesto di grande generosità nei confronti di tante altre persone ricoverate in Oncologia”.

Durante l’incontro i familiari di Francesca Gianfredi hanno letto una lettera. “La nostra famiglia ha voluto che il frutto delle tantissime e generose donazioni fatte in memoria di Francesca rimanesse visibile e utilizzabile presso l’Ospedale di Ivrea. L’idea di questi tre utilissimi letti ci è stata suggerita da Francesca stessa, quando diceva: 'Come vorrei essere autonoma e sollevarmi o sdraiarmi senza dover disturbare le infermiere così tanto occupate'. Lei era così, generosa fino nel midollo e disposta spesso e volentieri a soffrire in silenzio pur di non disturbare gli altri. Il nostro intento è proprio quello di alleviare le lunghe degenze a letto dei pazienti del reparto di Oncologia e certamente ringraziare tutto il personale medico e infermieristico, aiutandoli nel loro operato".

Uno dei tre lettini è stato sistemato nella stanza "farfalla" su esplicita richiesta della famiglia. Quella era la stanza di Francesca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento