Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Per Natale vorrei: l'albero dei desideri della stazione Porta Nuova

C'è chi chiede di passare un esame, chi di trovare un fidanzato, chi di avere un lavoro. Nell'albero dei desideri di Porta Nuova c'è la speranza di tutti i torinesi

Non ci sono solo addobbi frivoli e palline colorate ad adornare il gigantesco albero di Natale che troneggia alla stazione di Porta Nuova, ma lettere, tutte disposte ad altezza uomo perchè arrivare in cima, specie per i più piccoli, è difficile. Pezzi di carta più o meno grandi - alcuni strappati maldestramente dal quaderno della scuola - dove la penna è scivolata nella famelica richiesta di un sogno, un desiderio, una necessità.

L'abbiamo ribattezzato l'albero dei desideri perchè i torinesi, quest'anno - come già nello scorso Natale - non si sono persi in troppe frivolezze, ma hanno chiesto a Babbo Natale doni reali e concreti. Poco importa se alcuni non potranno essere realizzati nell'immediato: in ogni lettera, c'è un po' di speranza, come se appenderla all'abete della stazione avesse significato anche farsi un po' sentire.

E così ci sono i desideri più semplici, come quelli di Marty ed Ale che vogliono solo un po' di neve per poter andare a sciare. Oppure quelli di Fede e Velia che, a ridosso degli esami universitari, si accontenterebbero anche di un diciotto per passare il compito di "Analisi". Tra la confusione delle decine di lettere appese in questi ultimi giorni, qualcuno si chiede anche cosa fare della propria vita ed un fidanzato serio ed affidabile.

(L'articolo continua dopo la gallery)

E poi, quelli d'amore: "Caro Babbo Natale, vorremmo andare a vivere insieme dopo due anni dal nostro primo bacio e se avanzasse anche un lavoro il nostro sogno potrebbe diventare realtà - scrivono due innamorati -. Se riuscissi a portarci questi due piccoli regali, l'anno prossimo prepararti a mangiare un sacco di biscotti, ti aspettiamo".

Molti chiedono un lavoro perchè la crisi c'è e si fa sentire, soprattutto durante il Natale dove in molti sono costretti a rinunciare alle festività per la mancanza di risorse economiche. Qualcuno ha addirittura appeso degli annunci e, arrabbiato, ha scritto contro il silenzio delle istituzioni.

Solo desideri, ma affidarsi ad una credenza come quella di Babbo Natale - specie per i più grandi - fa intuire come, in realtà, la cittadinanza abbia ancora speranza, malgrado non sempre le cose vanno per il verso giusto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per Natale vorrei: l'albero dei desideri della stazione Porta Nuova

TorinoToday è in caricamento