Le donne rom di lungo Stura scrivono a Fassino: "Vogliamo un incontro"

La lettera, firmata da 54 persone residenti al campo, è stata inviata al sindaco di Torino e al prefetto Paola Basilone. L'iniziativa è promossa dall'associazione Idea Rom Onlus

La situazione attuale del campo abusivo di lungo Stura Lazio, oggetto da quindici mesi di uno sgombero, e le iniziative in favore della popolazione rom.

Sono questi i due argomenti riportati nella lettera firmata da 54 donne rom e inviata al sindaco di Torino, Piero Fassino, al prefetto Paola Basilone, al Dipartimento per le Pari opportunità della presidenza del Consiglio dei ministri, al Centro regionale del Piemonte contro le discriminazioni, agli assessorati per le Pari opportunità di Comune e Provincia. L'iniziativa è stata promossa dall'associazione Idea Rom Onlus.

Le donne chiedono un incontro con il sindaco. "Durante questi mesi di lavori - sostiene la onlus - solo una minima parte delle famiglie del campo, circa 250 persone, sono state inserite in sistemazioni abitative temporanee". Nessuna proposta, invece, per tutti gli altri nomadi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

Torna su
TorinoToday è in caricamento