Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Nichelino / Via Giuseppe Giusti

La polizia municipale di Nichelino: tra telecamere e servizio al cittadino

Attività di controllo del territorio con le nuove tecnologie, prevenzione dei reati del codice della strada, collaborazione con le altre forze dell'ordine e predisposizione al dialogo: queste le caratteristiche con cui il comandante dei vigili dirige la sua squadra di 30 operatori nel territorio della prima cintura di Torino

Il ruolo della polizia municipale nelle relazioni tra cittadini e Comuni assume connotati sempre più dinamici. In un Comune con oltre cinquantamila abitanti, proprio come Nichelino, questa relazione diventa sempre più evidente. Tra le tante attività che i vigili urbani di una città svolgono c’è quella definita come polizia sociale. “Innanzi tutto quello che ci sentiamo di dire – spiega il comandante del Nucleo di polizia sociale dei vigili di Nichelino Paolo Novero – è che sono situazioni di estrema delicatezza che , riguardando disagio e difficoltà famigliare, pericolo o pregiudizio per minori, relazioni sentimentali a rischio violenza, avendo spesso come protagonisti soggetti vulnerabili”. 

Sono tanti gli interventi che vedono gli operatori della Municipale del comune torinese in azioni che sono “caratterizzate dal riserbo – spiega ancora il comandante - La discrezione è indispensabile: sia perché elemento imprescindibile del rapporto fiduciario che si stabilisce con la persona, sia per la tutela dei coinvolti, talvolta esposti a concreto pericolo”. Le situazioni in cui i Civic sono stati coinvolti riguardano quindici casi di pregiudizio di minorenni: in un caso si è trattato di tutelare l’incolumità fisica del minorenne. Undici i casi di “devianza minorile” trattati dai vigili nichelinesi, ma non solo tutela e difesa dei giovani. Il Nucleo di polizia sociale si è anche occupato di dissidi familiari, in dieci casi di inadempienza o mancata frequentazione scolastica, e sette i casi di collaborazione con le altre forze dell’ordine e i servizi sociali per venire a capo delle più diverse e complesse situazioni di disagio.

Ma la polizia municipale non è solo servizio di assistenza e tutela dei diritti dei cittadini. Le attività svolte in tema di sicurezza stradale sono molte e diversificate. Il numero di verbali accertati per violazione al codice della strada sale a 10.866, per un importo riscosso di 1.478.952,15 euro. Nel complesso delle attività volte alla tutela delle norme del codice della strada e nel contrasto alle violazioni amministrative il numero totale dei verbali è di 10.953. 
Certo non si ferma qui il lavoro della Municipale di Nichelino:  103 sequestri, rimozioni e fermi, ordinanza amministrative e corsi di formazione e momenti di apertura ai cittadini. Insomma il comando dei vigili ha molto da lavorare e non mancano le iniziative volte alla sicurezza dei cittadini. Il comandante Luigi Grasso incontrando i giornalisti ha spiegato come un continuo percorso di formazione degli operatori, la stretta collaborazione con i carabinieri di Nichelino e gli investimenti importanti dell’Amministrazione comunale rendano possibile una presenza sempre più attiva e coinvolta dei suoi agenti. 

Le pattuglie in strada durante il 2014 sono state 1404, mentre i vigili di Nichelino anno effettuato 693 postazioni di controllo , 6414 controlli sui veicoli, 2721 servizi all’ingresso e all’uscita delle scuole, 80 sequestri e fermi amministrativi. I sinistri rilevati sono stati 214, così divisi: 102 senza nessun ferito, 112 con feriti, 2 sinistri con esiti mortali e 2 con referto di prognosi riservata.

 Tante anche le attività condotte nello svolgimento delle attività di polizia giudiziaria: 113 accertamenti e indagini condotti, 18 accertamenti edilizi, 24 sequestri giudiziari e 47 veicoli rubati. Ma secondo il comandante Grasso è fondamentale prevenire i reati e informare i cittadini, in un periodo “particolare come questo – racconta a Torino Today il comandante Grasso – in cui è molto importanti comprendere il disagio e le difficoltà”. Prevenire e informare, anche con la video sorveglianza. 

Nel complesso dei sistemi di sicurezza in risalto ci sono sicuramente le telecamere. “Saranno più che raddoppiate – spiega il comandante Luigi Grasso – passando dalle nove attuali a 22. Stiamo effettuando gli interventi di installazione in particolare nei luoghi della città dove ci sono stati segnalati problemi dai cittadini, prostituzione e bullismo. In complesso l’investimento è stato di 16mila euro”. Ma non finisce qui. Saranno 40, entro un anno, gli occhi virtuali che seguiranno la vita nichelinese: “Altri investimenti – spiega ancora Grasso – sono pronti per 30mila euro. Le nuove telecamere saranno posizionate nella frazione di Stupinigi, dove qualche mese fa sono state profanate alcune tombe del cimitero”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia municipale di Nichelino: tra telecamere e servizio al cittadino

TorinoToday è in caricamento