Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Lavoro nero, irregolarità nei call center e nel catering: multe per 70mila euro

In seguito ai controlli dei carabinieri

Nei giorni scorsi sono proseguiti i controlli dei carabinieri a tutela dei lavoratori con azioni di prevenzione e contrasto allo sfruttamento del lavoro nero e alla tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Le ispezioni sono avvenute in particolare nel settore dei call center e del catering. Aveva infatti 23 lavoratori in nero su 27 il call center di Orbassano dove i carabinieri hanno effettuato i controlli. Persone prive di qualsivoglia contratto di assunzione e senza alcuna cautela previdenziale e assistenziale.

Analogamente nel corso di un evento aziendale svoltosi a Torino è emerso che la società di fornitura del catering impiegava ben 12 lavoratori in nero sui 15 presenti in sala. In entrambi i casi è stato disposto il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale per il superamento della percentuale del 20% del personale non in regola.

 In merito, sono state contestate sanzioni amministrative per oltre 70mila euro, recuperi contributivi per circa 116mila euro e si è proceduto alle diffide nei confronti delle aziende interessate finalizzate alla regolarizzazione dei lavoratori impiegati “in nero”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro nero, irregolarità nei call center e nel catering: multe per 70mila euro

TorinoToday è in caricamento