Cronaca Falchera / Via Germagnano, 8

In via Germagnano parte il cantiere richiesto dai volontari dell’Enpa

Il Comune di Torino ha dato il via libera ad una serie di interventi che rimetteranno in sicurezza l'area di via Germagnano. Tra questi figurano cancelli, strade e bonifiche

Il cantiere di via Germagnano è ufficialmente partito. Entro il 7 del mese di aprile gli operai, oggi al lavoro, dovranno accontentare le richieste del canile Enpa. Diversi sono gli interventi che verranno messi in atto per tenere lontani gli zingari dalla struttura presente al civico 8. Innanzitutto verranno ripristinati i due cancelli all’ingresso dell’area parcheggio e del campo di concessione, poi si passerà all’eliminazione del cancello di entrata ed uscita del campo che dà sulla strada che conduce al canile.

Su via Germagnano nasceranno due strade, una per i nomadi del campo e una per i volontari. Quest’ultima verrà dotata di un cancello accessibile solo agli operatori dell’Enpa. L’inferriata dividerà il tratto di strada riservato al canile da un accesso pedonale che sarà utilizzato dai rom del campo nomadi regolare. Il cancello dovrebbe evitare scontri, sassaiole e incidenti.

All’Amiat, invece, il compito di tenere pulita l’area con una serie di passaggi straordinari. A cominciare dalla bonifica di un appezzamento di terreno, presente tra il campo regolare e il canile, che proprio l’amministrazione aveva dato in concessione tempo fa all’Enpa. Un’area che è diventata zona franca per i nomadi che sono riusciti trasformata in una discarica a cielo aperto. I cassonetti utilizzati dai nomadi, inoltre, verranno spostati in un’apposita piazzola che verrà posizionata a ridosso del perimetro del campo.



L’Enpa della sezione di via Germagnano, in aggiunta, ha già provveduto ad installare alcune telecamere a raggi infrarossi. Dall’interno del canile si può così finalmente monitorare quello che succede fuori dal cancello e nei pressi dello stesso. "Dopo tre mesi di proteste siamo riusciti ad ottenere l’inizio dei lavori – dichiara il presidente della sezione dell’Enpa di via Germagnano Giovanni Pallotti -. Ora non ci resta che sperare che l’intervento sia sufficiente per tenere lontani gli intrusi. Il nostro interesse è soltanto quello di lavorare al fianco dei cani ma vogliamo farlo in condizioni di sicurezza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In via Germagnano parte il cantiere richiesto dai volontari dell’Enpa

TorinoToday è in caricamento