Cronaca Aurora / Piazza Borgo Dora

L’ex caserma Cavalli viaggia verso una storica riqualificazione

I locali di piazza borgo Dora passeranno dall'agenzia del Demanio alla Città di Torino. Resterà poi da capire quale progetto potrà far tornare il glorioso opificio militare ai fasti di un tempo

La ex caserma Cavalli di piazza Borgo Dora

Nell’attesa della riqualificazione l’ex caserma Cavalli si è trasformata in un rifugio per disperati. Nei pressi dell’edificio di piazza Borgo Dora si possono trovare vestiti, cartoni usati dai senzatetto per ripararsi dal freddo e avanzi di cibo. Una grossa discarica che sta rovinando quella che è la gloriosa storia dell’opificio militare. Una colpa che va divisa a metà con i problemi del quartiere, la pista ciclabile tanto per cominciare. E poi il viavai di soggetti poco raccomandabili lungo le sponde della Dora.

Ma dopo vent’anni di abbandono sulla caserma potrebbe tornare a splendere il sole. Il sindaco della città di Torino Piero Fassino, il direttore regionale dell’Agenzia del Demanio di Piemonte e Valle d’Aosta Ernesto Alemanno e il direttore regionale per i Beni culturali e Paesaggistici del Piemonte Mario Turetta hanno firmato l’accordo per la valorizzazione dello storico complesso.

Il primo passo verso una ristrutturazione che passerà dalle mani del Comune di Torino che ne riceverà l’onere dall’agenzia del Demanio. "Siamo soddisfatti per questo storico accordo – dichiara il presidente della circoscrizione Sette Emanuele Durante -. Erano anni che il nostro territorio aspettava una notizia di questo tipo. Ora non ci resta che aspettare che pervengano richieste per l’acquisizione della struttura".



Ma sul futuro della caserma verrà sono state presentate varie interpellanze, comprese quelle del consigliere del Pdl della circoscrizione Sette Franco Poerio. "In questi ultimi anni la caserma non è mai stata interessata da nessun lavoro di riqualificazione – accusa Poerio -. Per questo vorrei sapere se sono pervenute richieste, per l’acquisizione della struttura e che fine ha fatto il progetto della Holden". Toccherà alla Città di Torino pubblicare il bando per la ricerca di soggetti privati ai quali affidare, attraverso una concessione, la realizzazione degli interventi di riqualificazione e la gestione del complesso. Solo così l’ex caserma datata 1867 scaccerà quel degrado con cui ha convissuto per venti lunghi anni.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ex caserma Cavalli viaggia verso una storica riqualificazione

TorinoToday è in caricamento