Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca Parella / Corso Appio Claudio

Chiosco distrutto dalle fiamme, ricostruzione a rilento per colpa del Coronavirus

Avrebbe dovuto riaprire in primavera

I lavori in corso alla Tana del Lupo

Rischia di subire un rallentamento anche la ricostruzione della Tana del Lupo al Parco della Pellerina. Il chiosco, un piccolo angolo di paradiso nel verde torinese, affacciato su corso Appio Claudio, era andato a fuoco nella notte lo scorso gennaio ed era rimasto notevolmente danneggiato dalle fiamme.

Ma il proprietario, Graziano Biagioni, aveva deciso di non mollare e di dare il via alla ricostruzione per riaprire nuovamente questa primavera. Certo ora, con l'emergenza sanitaria in corso, tutto ha subìto un rallentamento e anche i lavori al chiosco rischiano di frenare: "Non si trova il materiale - scrive Biagioni sul suo profilo Facebook - sono tutti chiusi, e quei pochi aperti non ne hanno abbastanza". Quando la struttura andò a fuoco - probabilmente per un corto circuito - fu un colpo al cuore per il proprietario che svolge da anni la sua attività con passione, ma anche per i tanti cittadini che qui si fermavano a bere un caffè, a fare colazione, a mangiare un panino o a concedersi un pranzetto sfizioso in mezzo al verde.

La Tana del Lupo è infatti un punto di ritrovo molto amato dai torinesi, soprattutto nella bella stagione: qui si potevano trovare decine di spuntini e di piatti deliziosi, tra questi in primis le specialità toscane, tra cui la gustosa bruschetta con la salsiccia. Tavolini all'ombra, giornali a disposizione e l'immancabile musica anni 70-80 sul sottofondo: un clima gradevole, un'occasione per trascorrere qualche momento di relax e di serenità.

Nonostante le difficoltà del momento a reperire materiali però, Graziano rassicura i suoi clienti con la sua immancabile forza d'animo e vena positiva: "Non molliamo - scrive alla fine del suo post -, ce la faremo!".  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiosco distrutto dalle fiamme, ricostruzione a rilento per colpa del Coronavirus

TorinoToday è in caricamento