Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Lingotto / Via Onorato Vigliani

Il mercato di piazza Bengasi migra per lasciare spazio ai lavori

Inizieranno presto i lavori per la trasformazione di piazza Bengasi. Lo spostamento del mercato lungo via Vigliani crea nuove opportunità per gli abitanti del quartiere

Verrà presto spostato il mercato di piazza Bengasi, in prospettiva dei lavori che la riguarderanno nei prossimi anni. Parte della piazza, una delle più importanti della città e punto nevralgico della viabilità di Torino Sud, verrà infatti venduta a privati. Tale privatizzazione darà il via nel quartiere a una trasformazione urbana che porterà, in particolare, all’arrivo nell’area della linea 1 della Metropolitana. I fondi necessari, 35 milioni di euro, verranno ricavati proprio dalla vendita del lato Est della piazza. 
 
Nei prossimi mesi, il mercato avrà luogo dall’altro lato del cavalcavia di via Vigliani, lasciando temporaneamente piazza Bengasi. Preoccupazione e speranza tra i residenti della via: “Alcuni – spiega il presidente della 10° Circoscrizione Marco Novello – temono che l’arrivo dei banchi possa influire negativamente sulla viabilità e la vivibilità del quartiere. In particolare c’è chi è preoccupato per la sporcizia e per la possibilità che aumenti la delinquenza. Ma a mio avviso, e come me la pensano altri abitanti della via, questa è per il quartiere una grande opportunità. Seppur lo spostamento del mercato sarà provvisorio, negli anni a venire si potrà vivere un’inversione di tendenza nell’economia locale, che porterà probabilmente all’apertura di nuovi negozi e ad una nuova vitalità commerciale in zona”.
 
La trasformazione di piazza Bengasi sarà dunque un’opportunità per la vitalizzazione di tutta l’area adiacente. Nonostante la strana decisione di vendere parte della città abbia incontrato la forte opposizione di alcune parti politiche, in molti vedono in questa trasformazione una grossa opportunità per il riscatto urbanistico di un’area che nel tempo ha perso la propria centralità. Una trasformazione, va detto, che non avverrà dall’oggi al domani, ma che porterà ai margini Sud della città la Metropolitana e che sarà portatrice di importanti novità. In pochi anni, insomma, la piazza ospiterà nuovi edifici, infrastrutture e punti verdi.
 
Nonostante le prospettive positive, una scelta tanto radicale continua a lasciare dei sospetti. In particolare è la situazione dei più deboli – quelli cioè che non potranno aspettare degli anni per veder risorgere il quartiere – a mettere in allarme. Nella speranza di una completa partecipazione dei cittadini e delle parti in causa, è sempre Novello a precisare: “Per il futuro di piazza Bengasi è stato organizzato un comitato che accompagnerà i lavori di trasformazione, di cui fanno parte figure dell’amministrazione pubblica comunale e circoscrizionale, oltre ai comitati spontanei di cittadini ed esercenti, che potranno senza dubbio far sentire la propria voce”. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mercato di piazza Bengasi migra per lasciare spazio ai lavori

TorinoToday è in caricamento