Cronaca Filadelfia / Via Pasquale Paoli

Piazzale Paoli dice addio al degrado. Ora tocca a piazza Galimberti

La Giunta approva il bando di gara per il rifacimento di piazzale Paoli. Verranno realizzati box interrati e giardini. Nulla di fatto per piazza Galimberti

Una svolta per l’area Paoli. La Giunta Comunale, nella seduta dell’8 gennaio ha approvato il primo dei venti bandi di gara per la realizzazione dei parcheggi pertinenziali di prossima realizzazione e, tra le 20 aree individuate dal programma localizzativo, piazzale Paoli (tra le vie Rosario di Santa Fè e Asunciòn) è la prima ad essere messa a bando per iniziare i lavori.

“La concessione del diritto di superficie per la realizzazione del parcheggio pertinenziale, nel sottosuolo dell’area Paoli, ha durata di 90 anni, è onerosa, e concede la possibilità di realizzare un numero minimo di 150 posti auto/box e un n° minimo di 2 piani interrati”, spiega il coordinatore all’urbanistica Massimiliano Miano.

Il progetto mette la parola fine al degrado imperante in un piazzale molto frequentato, anche se di fatto abbandonato a se stesso. Manca sia l’asfalto sia una forte illuminazione, e tutta l’area è diventata, nel corso degli anni, una sorta di parcheggio per auto rubate. Con la brutta stagione, il piazzale diventa una sorta di pantano; con la bella, una landa riarsa dalla quale si solleva regolarmente molta polvere.

“L’intervento di riqualificazione superficiale prevede, - anticipa Miano - così come richiesto dalla Circoscrizione 9 e più volte dibattuto sia in Commissione che in Consiglio,  la creazione di tre distinte zone: un viale alberato pedonale lungo il sedìme di via Pasquale Paoli, un giardino su soletta in corrispondenza del parcheggio interrato, posto tra via Pasquale Paoli e via Asunciòn, un’area di sosta veicolare asfaltata tra via Pasquale Paoli e via Rosario di Santa Fé. Inoltre è prevista la riorganizzazione degli attraversamenti pedonali sulla linea di via Pasquale Paoli e all’attraversamento della viabilità dell’interno 32 di via Rosario di Santa Fé”.

Meno fortunata piazza Galmberti, nella quale si attende da molti anni un restyling delle strutture che la decorano. “Era nelle nostre intenzioni una messa a nuovo della piazza – spiega ancora Massimiliano Miano – Ma, nelle controdeduzioni che la città ci ha fornito, viene di fatto bocciata questa ipotesi, spiegando che gli oneri di urbanizzazione vanno estesi per la riqualificazione dell’area oggetto del cantiere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazzale Paoli dice addio al degrado. Ora tocca a piazza Galimberti

TorinoToday è in caricamento