Il palazzo di 7 piani non si farà, vicino alla Mole sorgerà una moderna palazzina

Holding 18 ha indetto un workshop in collaborazione con il Politecnico di Torino chiamato "via Riberi 6"

Il meraviglioso stabile di via Riberi 6, patrimonio della città, è finalmente pronto a rinascere grazie alla nuova proprietà, la Holding 18 che, con la collaborazione dello studio di architettura  G*AA di Attilio Giaquinto, a partire dal settembre prossimo si occuperà della ristrutturazione.

Una novità che mette fine la parola alle tante chiacchiere degli anni passati e che pone il veto sul progetto, poi cancellato, del famoso palazzo di sette piani a fianco della Mole Antonelliana

Viste le potenzialità dello stabile, per la sua riqualificazione Holding 18 ha indetto un workshop in collaborazione con il Politecnico di Torino chiamato "via Riberi 6", i cui progetti vincitori saranno esposti al pubblico nei locali della palazzina mercoledì 23 giugno a partire dalle ore 18.

Grazie all'agenzia “Qui le case più belle”, inoltre, chi sarà interessato ad acquistare gli appartamenti avrà modo di ricevere tutte Le informazioni  del caso e proporre suggerimenti per la ristrutturazione e l'arredamento della loro futura casa. “Il progetto – spiega la nuova proprietà - sarà soggetto all'approvazione della Sovrintendenza e del comune. Speriamo di iniziare in autunno e consegnare l'immobile verso la fine del 2017”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Dieta, metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunciare ai propri alimenti preferiti

  • Torino, colta da malore, stramazza al suolo: muore in ospedale nonostante i soccorsi dei civich

Torna su
TorinoToday è in caricamento