Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Barriera di Milano / Corso Taranto, 90

Ex bocciofila “I due Pini”. C’è il progetto per la riqualificazione

I locali di corso Taranto, oggi dimora di alcuni senzatetto, attendono da anni di tornare a nuova vita. "Il progetto c’è, bisogna solo risolvere alcuni problemi legati alla fidejussione"

I locali della bocciofila “I due pini” di corso Taranto sono stati per anni la casa di alcuni senzatetto del trentratreesimo quartiere di Barriera di Milano. Una storia che ha finito per accomunare due persone, ex residenti delle case popolari, che la sorte aveva gettato in mezzo ad una strada. Ma proprio da quel rudere abbandonato, difeso con i denti per anni, i due dovranno presto andare via. L’amministrazione, infatti, vuole ristrutturare una volta per tutte la bocciofila prima di riconsegnarla alla comunità. Un progetto che l’associazione “Gpl – Uniti per il quartiere” sta trasformando in realtà grazie agli ingenti finanziamenti ottenuti dalla fondazione Vodafone Italia e dalla fondazione Crt.

Con i soldi ottenuti verrà riaperto quell’impianto comunale abbandonato da anni e diventato con il tempo simbolo del degrado di corso Taranto. Ma l’inizio delle operazioni continua ad essere in dubbio. A distanza di mesi sono in tanti a chiedersi quando partiranno i lavori di riqualificazione dell’area. La stessa circoscrizione Sei si sta battendo con tutte le sue forze per garantire l’avvio del cantiere. I rifiuti sono stati portati via e in piedi resta solo più uno dei locali che ancora ospitano i senzatetto della zona. "Abbiamo solo più da risolvere alcuni problemi legati alla fidejussione – spiega la presidente della circoscrizione Sei, Nadia Conticelli -. Ma speriamo di trovare una quadra quanto prima. Per il bene nostro e di tutto il quartiere che aspetta da tempo la riqualificazione".



Gli unici che probabilmente non festeggeranno l’inizio dei lavori sono i due inquilini della bocciofila che hanno già cominciato a radunare i loro averi. Quelle stanze arredate con tanto di letti, comodini, tavoli e persino un punto cucina spariranno entro pochi giorni – o poche settimane - per lasciare il posto ad un centro di aggregazione dove ai classici campi da bocce per i pensionati si affiancheranno, fra gli altri, campi da beach volley per i ragazzi e un centro d’assistenza per i disabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex bocciofila “I due Pini”. C’è il progetto per la riqualificazione

TorinoToday è in caricamento