Il latitante si nasconde nell'armadio per sfuggire alla cattura, ma gli agenti non ci cascano

Deve scontare tre anni di carcere

immagine di repertorio

Per sfuggire alla condanna a tre anni e due mesi che aveva per una sfilza di reati (principalmente ricettazione e vendita di prodotti contraffatti) un latitante 47enne senegalese, tra l'altro destinatario di numerosi ordini di espulsione dal territorio nazionale, ha pensato bene di nascondersi dentro l'armadio di casa, forse sperando che lì non sarebbe stato trovato.

Le indagini degli agenti del commissariato Mirafiori hanno consentito ai poliziotti, in un luogo imprecisato del quartiere, di venire a conoscenza della permanenza temporanea dell’uomo, rientrato in Italia per far visita alla moglie convalescente. L'uomo era pronto a ripartire per la Spagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel primo pomeriggio di mercoledì 4 marzo 2020, così, è scattata l'operazione che ha portato al suo arresto. Gli agenti hanno fatto irruzione nell’abitazione, apparentemente disabitata e, nel corso dell'ispezione, hanno notato le ante dell'armadio rimaste socchise. Dietro i vestiti è spuntato lui, accovacciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Luca Argentero furioso con i settimanali Chi e Oggi: sulle loro pagine le foto della figlia, senza permesso

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento