Lei lo lascia perché è troppo violento, lui la perseguita e la minaccia

Ma è stato arrestato

immagine di repertorio

Aveva deciso di chiudere con lui dopo soltanto un mese di rapporto, proprio perché aveva capito che lui era violento. Da fine luglio 2019, dopo che lo aveva lasciato, lui però aveva iniziato a perseguitarla: decine di telefonate da numero privato, appostamenti sotto casa di lei per parlarle, addirittura minacce di suicidio se non fosse tornata insieme a lui ma anche minacce di morte per lei.

Nella mattinata di ieri, mercoledì 20 agosto 2019, la donna, che vive nel quartiere Madonna di Campagna, è stata svegliata alle 7 dal suono del campanello di casa. Guardando dallo spioncino non ha visto nessuno ma ha scorto la sagoma dello stalker sul balcone. Ha finto di non essere nell’appartamento, ma lui ha continuato a fare la spola tra il balcone e il pianerottolo.

Solo dopo qualche ora ha deciso di comporre il 112. Gli agenti delle volanti e del commissariato di zona si sono precipitati sul posto e hanno fermato l’uomo sulle scale fra il terzo e il quarto piano dello stabile. Lui aveva coperto con del nastro adesivo di carta lo spioncino della porta di casa della vittima.

Nell'auto dell'uomo, un romeno di 25 anni, è stato trovato e sequestrato un coltello da cucina della lunghezza complessiva di 23 centimetri.

Lui è stato arrestato per atti persecutori e denunciato per porto di arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Sciopero mezzi pubblici venerdì 24 gennaio: i dettagli

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento