Cronaca

Foibe: la memoria è più forte della vigliaccheria

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

La scorsa notte un gruppo di militanti invasati, appartenenti probabilmente ai gruppi anarco-insurrezionalisti, si è reso protagonista di un vile attacco alla lapide di Corso Cincinnato che ricorda i martiri e le vittime della Foibe. La lapide risulta molto danneggiata e proprio per questo chiediamo che il Comune di Torino provveda immediatamente a sostituirla. Inoltre, nonostante ancora oggi ci sia chi ha il coraggio di negare l'evidenza dei fatti storici e la memoria dei morti di una delle vicende più tragiche della storia italiana, domenica proprio in occasione della Giornata del Ricordo per le vittime della Foibe noi saremo davanti alla lapide per ricordare i nostri fratelli italiani morti 70 anni fa in Istria e in Dalmazia per mano dei partigiani slavi titini. La memoria storica del nostro popolo non si infoiba e non si nega, nonostante qualcuno al giorno d'oggi vorrebbe ancora fosse così.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foibe: la memoria è più forte della vigliaccheria

TorinoToday è in caricamento