Cronaca Villastellone / Via Don Eugenio Bruno

Inchiesta Lafumet, scoperto sistema di scarico liquidi illecito

La Lafumet di Villastellone torna nell'occhio del ciclone dopo l'esplosione che costò cara a cinque operai. L'inchiesta della procura ha ora scoperto un sistema illecito di scarico dei liquidi

Un nuovo scandalo si abbatte sulla Lafumet di Villastellone. Un sistema illecito di scarico dei rifiuti liquidi, senza trattamento del depuratore, è stato scoperto dalla polizia giudiziaria della Procura di Torino e dagli ispettori dell'Arpa nell'azienda durante l'inchiesta sull'esplosione dello scorso 26 marzo in cui rimasero ustionati cinque operai. Due persone, l'attuale amministratore e il suo predecessore, sono state iscritte nel registro degli indagati per violazione del decreto legislativo 152 del 2006 sugli scarichi industriali.

E' ora sotto sequestro l'intero sistema di scarico dei liquidi dell'azienda. Gli investigatori, coordinati dal pm Raffaele Guariniello, hanno trovato una seconda tubazione, realizzata in plastica, alternativa a quella principale interrata che scarica i rifiuti dopo il passaggio in camera di depurazione. Il condotto abusivo, invece, passa in un'officina che si trova al fuori del perimetro dello stabilimento e la cui realizzazione non è mai stata denunciata.

E' stato trovato un pozzetto che scarica direttamente in fognatura, senza il passaggio dal depuratore. E' stata accertata anche la presenza di un sistema per fare risultare l'intera quantità di rifiuti trattati come passassero tutti dal tubo regolare. E' in corso l'analisi dei reflui dell'azienda. Gli indagati si sono detti ignari dell'esistenza di tale sistema.

(fonte ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Lafumet, scoperto sistema di scarico liquidi illecito

TorinoToday è in caricamento