Nichelino, al giovane ladro stavolta va male: titolare e dipendenti lo picchiano e finisce con un dito rotto

E viene pure arrestato

immagine di repertorio

Insieme ad alcuni complici, riusciti a fuggire, aveva rubato carte carburante, bancomat aziendali e alcuni attrezzi da lavoro. Ma a un ragazzo sinto italiano di 14 anni, residente a Cavagnolo, che nella serata di ieri, marterdì 20 ottobre 2020, aveva colpito un'azienda di via Torricelli a Nichelino, è andata male: il titolare dell'azienda, un moldavo di 35 anni, insieme ad alcuni operai, lo ha sorpreso e lo ha malmenato. Il giovane è stato trasportato all'ospedale di Moncalieri dove gli è stata riscontrata una frattura a un dito guaribile in 28 giorni.

I suoi complici, invece, si sono dati alla fuga. Il giovane è stato arrestato, con l'accusa di rapina, dai carabinieri, che hanno successivamente recuperato l’intera refurtiva nel corso di un sopralluogo in un parcheggio pubblico adiacente alla ditta saccheggiata. Le indagini hanno consentito di stabilire che il gruppo aveva derubato anche un’altra azienda della zona.

Sono in corso ulteriori indagini per risalire agli altri componenti della banda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento