Cronaca Pozzostrada / Via Anastasio Germonio, 27

Torino, il ladro finge di pregare quando gli agenti entrano in chiesa: arrestato per furto

Mirava alla cassetta delle offerte, ma non è passato inosservato al custode

Immagine di repertorio

Si è messo in ginocchio, ai piedi dell’altare, con le mani giunte in segno di preghiera pensando di sottrarsi al controllo degli agenti che poi l’hanno arrestato per furto. Il protagonista è un cittadino italiano di 25 anni che venerdì scorso è entrato nella chiesa Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù dove ha preso di mira la cassetta delle offerte sulla quale ha armeggiato con un filo di ferro, ma senza accorgersi del sistema di video sorveglianza interno da cui il custode lo stava osservando.

Allertato il 112 NUE, i poliziotti hanno raggiunto la chiesa e trovato al suo interno il 25enne che, alla loro vista, ha dato loro le spalle nel tentativo di nascondersi. Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato il filo di ferro, utilizzato poco prima, con del nastro biadesivo sistemato alle estremità e una banconota da 10 euro incollata. Il risultato del furto appena commesso. All’interno della borsa del 25enne i poliziotti hanno trovato anche 3 nastri biadesivi, una pochette con 40 euro in monete e oltre 300 euro nel portafoglio. Nell’auto dell’uomo poi sono stati trovate altre 4 confezioni di biadesivo e una bobina di fil di ferro.

Il 25enne, con precedenti di Polizia specifici e un ordine di carcerazione da eseguire (emesso a marzo), è stato arrestato per furto aggravato.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, il ladro finge di pregare quando gli agenti entrano in chiesa: arrestato per furto

TorinoToday è in caricamento