Furti nei supermercati, tre ladri arrestati in pochi giorni

Stessa tecnica

immagine di repertorio

Tre ladri sono stati arrestati negli ultimi giorni, all'inizio di novembre 2017, in altrettanti supermercati cittadini. La tecnica adottata era la stessa per tutti: entrare, confondersi fra le corsie, prendere dagli scaffali ciò che più serviva loro e che era possibile nascondere per poi presentarsi con disinvoltura alle casse pagando solo un prodotto del valore di qualche euro come una bottiglietta di aranciata o un dentifricio. In tutti i casi sono stati fermati prima dagli addetti alla vigilanza dei punti vendita e poi consegnati agli uomini delle volanti della polizia.

Al Pam di via del Carmine

Un italiano di 33 anni, che era anche ricercato poiché a suo carico pendeva un ordine per scontare un anno e mezzo di carcere per reati analoghi, è stato individuato di pomeriggio all’interno del Pam Local di via del Carmine dopo aver tentato di rubare delle bottiglie di vino pregiato.

Al Carrefour di corso Monte Cucco

Un 35enne rumeno è stato arrestato lo scorso 2 novembre al Carrefour di corso Monte Cucco. Aveva tentato di rubare prodotti alimentari e non per un valore complessivo di circa 155 euro. Nelle sue tasche, gli agenti hanno anche trovato una tronchese di piccole dimensioni, un cacciavite e un tagliaunghie con limetta piegata che erano utilizzati per tagliare le etichette antitaccheggio dei prodotti e soo stati sequestrati. L'uomo era già stato arrestato, l'ultima volta solo lo scorso 26 ottobre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nello stesso esercizio commerciale è stata arrestata anche un'italiana 42enne di Pianezza. La donna aveva nascosto all’interno della propria borsa, appositamente modificata a tale scopo, alcuni articoli destinati alla cura del corpo, per un valore di circa 100 euro. Anche lei era già stata arrestata ed era uscita dal carcere soltanto lo scorso 14 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  • Coronavirus: ordinanza Piemonte, stop agli alcolici dopo le 21 e attività chiuse a mezzanotte

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento