rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Santa Rita / Corso IV Novembre

Ladri bruciano tre semafori rossi: acciuffati dopo un inseguimento da film

Tra corso IV Novembre e corso Montelungo. Avevano appena colpito nelle auto dei dipendenti Italgas impegnati in un corso aziendale a Grugliasco

Ritenuti responsabili di 13 furti, i ladri seriali sono stati traditi dalla fretta, o meglio da un semaforo rosso, e sono stati acciuffati dopo un inseguimento da film.

E' avvenuto lo scorso mercoledì 21 giugno 2017 in corso IV Novembre. Qui i carabinieri della stazione San Secondo hanno arrestato due sinti italiani, lui di 39 e lei di 36 anni, residenti nel campo di via Lega 50, con l'accusa di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e falsificazione di targa automobilistica. 

Avere bruciato a tutta velocità il semaforo rosso, intorno alle 11.30, ha portato una pattuglia dell'Arma, che si trovava all'incrocio, a inseguirli. La loro Opel Corsa ha poi superato altri due semafori rossi e, arrivata in corso Montelungo, ha effettuato una repentina inversione di marcia per immettersi nella carreggiata opposta.

A quel punto, però, la coppia è stata definitivamente accerchiata e bloccata, nonostante un ultimo disperato tentativo di fuggire in retromarcia.

La targa del veicolo è risultata falsificata con un adesivo, mentre nel bagagliaio sono state trovate cinque valigie contenenti vari attrezzi da scasso. Nell'abitacolo, invece, sono stati trovati borse e marsupi rubati, mentre loro avevano addosso 10mila euro. L'uomo aveva pure un orologio Rolex.

Le prime vittime identificate, a cui sono stati restituiti i propri effetti personali e carte bancomat e di credito, sono risultate essere tutte dipendenti dell'Italgas” che. quella mattina, dalle 9, stavano svolgendo un corso di aggiornamento presso la sede amministrativa dell'azienda a Grugliasco. Al termine del corso avevano ritrovato 13 autovetture aziendali danneggiate e saccheggiate.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri bruciano tre semafori rossi: acciuffati dopo un inseguimento da film

TorinoToday è in caricamento