Cronaca Lingotto / Corso Caio Plinio

A Torino c'è un nuovo business, tutti i quartieri colpiti dai ladri di ghisa

I predoni della ghisa continuano a far disperare le forze dell'ordine. Un'emergenza che tocca indistintamente tutti i quartieri della città di Torino, da nord a sud. "Ormai non sappiamo più come fare per difenderci da questa gente"

Grate e tombini razziate in tutta la città, senza nessuna distinzione. Da Barriera di Milano a Mirafiori Sud passando per San Salvario e il Cit Turin. I predoni della ghisa non sembrano avere paura di nessuno. Nemmeno delle forze dell’ordine. Lo dimostrano i continui furti che stanno costringendo la polizia municipale ad un intenso lavoro di ricerca dei delinquenti. Ma quella di rubare la ghisa per poi rivenderla in un secondo momento al mercato nero è diventata una moda che non sembra piacere per niente neanche ai torinesi. Centinaia le segnalazioni degli ultimi mesi. Si va da via Cigna e via Borgo Ticino, Barriera di Milano, a corso Novara e corso Regio Parco, nei pressi dello scalo Vanchiglia.

Furti anche tra le vie della Barca e nei pressi dei giardini Alimonda. Sotto assedio anche Aurora. Pioggia di proteste da via Parma, corso Vercelli, via Saint Bon e via Cuneo. Predoni in azione anche tra le vecchie fabbriche e gli stabilimenti abbandonati. Come in via Carmagnola, nelle ex officine Grandi Motori, via Borgo Ticino, ex struttura sanitaria di proprietà della Regione Piemonte, e largo Cigna, ex ospedale Einaudi. Una decina i chiusini trovati aperti in via Giordano Bruno, zona Filadelfia. “Tutta colpa della mancanza di illuminazione della zona” il parere espresso dai residenti.

Grate sparite negli ultimi giorni anche a Mirafiori Sud, tra via Onorato Vigliani, corso Maroncelli e corso Traiano. A segnalare l’anomalia sono stati i residenti di via Caio Plinio che hanno notato la scomparsa di alcuni chiusini. Le forze dell’ordine, per evitare incidenti di sorta, sono state costrette a transennare i punti più a rischio. Nessun identikit dei colpevoli. Da non escludere – secondo alcuni commercianti - è la pista del semplice atto vandalico. “Pista che ci sentiamo di escludere – accusa un altro cittadino -. Ormai non sappiamo più come fare per difenderci da questa gente. Agiscono prevalentemente di notte e i loro furti non smettono di mettere a rischio la nostra incolumità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torino c'è un nuovo business, tutti i quartieri colpiti dai ladri di ghisa

TorinoToday è in caricamento