rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Lusigliè / Piazza Don Giovanni Gillone, 4

I ladri a casa del parroco armato: rubate quattro pistole, risparmiati i fucili

Il colpo domenica scorsa a Lusiglié, mentre era andato a dire messa nelle chiese degli altri paesi. Don Bardesono è noto per la sua passione per la caccia

Quattro pistole e due medaglie d'oro sono state rubate dai ladri, nella mattinata di domenica 27 novembre, nella casa del parroco di Lusiglié, Ozegna e Ciconio, don Luciano Bardesono, in piazza Don Gillone 4 a Lusiglié, vicino alla chiesa parrocchiale di San Giorgio Martire.

Oltre alle armi tutte regolarmente detenute (il prete, 77 anni, è noto per essere un cacciatore) i malviventi hanno portato via anche denaro contante e alcune medaglie del Torino Calcio, di cui è un grande tifoso, mentre hanno lasciato al loro posto i quattro fucili che si trovavano in casa. Il religioso era andato a fare il giro nelle altre chiese che fanno capo alla parrocchia per dire messa. E' stato lui stesso, tornando, a scoprire il furto e a chiamare i carabinieri, che indagano sull'accaduto.

Le armi di 'don rivoltella' (nella zona lo chiamano anche così) erano custodite, come prevede la legge, in un apposito armadietto blindato in camera da letto.

Lo scorso anno don Bardesono, che in passato era finito del mirino degli animalisti e anche del tg satirico Striscia La Notizia, si era ferito in un incidente di caccia nei boschi. Da allora non è più andato a sparare a lepri e fagiani, ma ha ugualmente rinnovato i permessi per le armi, di cui resta comunque un appassionato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ladri a casa del parroco armato: rubate quattro pistole, risparmiati i fucili

TorinoToday è in caricamento