Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Assaltano il bancomat con l'esplosivo, 22enne torinese finisce al pronto soccorso

Uno dei ladri – Max Falletta, 22enne originario di San Carlo Canavese – è rimasto gravemente ferito al volto a causa dell’onda d’urto dell’esplosione

La banca dove i ladri hanno tentato il colpo

Hanno tentato l’assalto, prima con un’auto – un’Audi A3 grigia – poi a colpi di mazza e infine con dell’esplosivo.

Ma il colpo alla filiale della Banca delle Marche di via Tuderte, a Narni Scalo (Terni), avvenuto nella notte tra venerdì 17 e sabato 18 marzo, non è riuscito. Uno dei ladri – Max Falletta, un22enne originario di San Carlo Canavese – è rimasto gravemente ferito al volto a causa dell’onda d’urto dell’esplosione, letteralmente sbalzato dal piccolo corridoio che conduce allo sportello automatico..

Il ragazzo si trova ora ricoverato in ospedale, a Viterbo, in prognosi riservata anche se viene escluso il pericolo di vita. Il ladro è piantonato giorno e notte dai carabinieri.

Il giovane, che ha riportato profonde ferite ed ustioni al volto e all’addome, è già stato sottoposto ad un primo intervento chirurgico per la rimozione di alcune schegge. È stato portato e lasciato al pronto soccorso dagli altri tre complici, tutti incapucciati, a bordo di un’Audi Station Wagon, che poi si è dileguata nella notte.

Le indagini sono affidate ai militari della Compagnia di Amelia e del Reparto investigativo di Terni che, con i colleghi di Venaria, stanno cercando di capire perché il 20enne fosse in Umbria e, soprattutto, di risalire agli altri componenti della banda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assaltano il bancomat con l'esplosivo, 22enne torinese finisce al pronto soccorso

TorinoToday è in caricamento