Cronaca

L’automobile? "La cambio solo se si rompe"

Il 62% dei torinesi sostituirebbe la propria auto solo in caso di rottura irreparabile. Quando si cambia lo si fa solo per i troppi chilometri percorsi dal motore (44%), i risultati dell'ultima ricerca dell'Osservatorio Linear dei Servizi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

La conferma. Ben il 62% degli automobilisti del capoluogo piemontese risulta molto "attaccato" alla sua auto, affermando di volerla cambiare solo in caso di rottura/incidente irreparabile, un 17% dichiara di comprare una nuova automobile solo dopo averla tenuta per 10 anni mentre il 8% degli intervistati indica i 5 anni, il 9% i 3 anni. Il 2% pensa di volerla cambiare ogni anno mentre un altro 2% invece sta pensando di non cambiarla proprio ma di rinunciarci per sempre a favore di una mobilità sostenibile.

I motivi del cambio automobile. Ma quali sono i motivi che spingono gli automobilisti della Mole a cambiare la propria autovettura? Il 44% del campione intervistato quando cambierà lo farà solo per i troppi chilometri percorsi dal motore, un 40% invece pensa alla sua incolumità e per guidare un automobile con i sistemi di sicurezza aggiornati e moderni, il 31% per comprare un auto più parsimoniosa nei consumi. Una fetta del campione sostituisce la propria auto per avere un auto sempre alla moda e attuale (18%) mentre un 5% per paura che perda troppo valore nel tempo.

Se avessero carta bianca invece? Le decisioni degli automobilisti del capoluogo piemontese in fatto di cambio auto risulterebbero diverse? Decisamente sì sembrerebbe, gli automobilisti torinesi risultano essere più propensi a cambiare auto: il 30% infatti cambierebbe auto dopo averla tenuta 5 anni, ed un altro 25% dopo 2/3 anni, mentre solo un 11% nonostante tutto cambierebbe il meno possibile la propria autovettura. Di diverso parere invece un 10% sfrenato che ogni anno comprerebbe una vettura nuova.

Il modello ambito. Torinesi parsimoniosi, quando si decide di optare per un cambio di auto, lo si fa soprattutto in un'ottica di risparmio: il 40% degli intervistati un automobile a Gpl/metano, il 19% sceglierebbe un veicolo ibrido a basso impatto ambientale un, un 17% indica una soluzione di alimentazione diesel, per il 16% non ci sono differenze, la cosa importante è che consumi poco.

Infine i colori preferiti dagli automobilisti. Il nero senza dubbio per il 36% degli intervistati, segue il bianco con il 31% di preferenze, il rosso è indicato dal 22% degli automobilisti, l'azzurro metallizzato dal 18%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’automobile? "La cambio solo se si rompe"

TorinoToday è in caricamento