menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ivrea: scoperta frode fiscale milionaria, tre persone denunciate 

Nei guai un consorzio di imprese edili con varie sedi in tutto il Canavese. Redditi non dichiarati dall'anno 2012

Una frode fiscale di proporzioni milionarie, perpetrata nel Canavese da un consorzio di imprese operante nel settore degli appalti di lavori ed opere edili e stradali.

E’ quanto scoperto dalla guardia di finanza di Torino che, a conclusione di una complessa attività investigativa, ha denunciato alla Procura della Repubblica di Ivrea tre persone, rappresentanti legali delle imprese di Ivrea, Torino e Brindisi, le quali dovranno ora rispondere di emissione di fatture false, dichiarazioni fraudolente e omesse dichiarazioni, tutti illeciti per i quali è prevista una pena da uno a sei anni di reclusione.

Secondo quanto emerso dalle indagini, il consorzio d’imprese - con molteplici sedi in tutto il Canavese e con diversi cantieri in Puglia, Toscana, Liguria, Piemonte e Lombardia - mediante l’emissione e l’utilizzo di fatture false ha presentato le dichiarazioni fiscali solamente per l’anno 2012, omettendo di presentarle per le successive annualità. Fatture false che, da un lato, consentivano al consorzio di abbattere la base imponibile delle imposte a proprio carico e, dall’altro, venivano “girate” - almeno in parte - alle imprese partecipanti al consorzio stesso. Grazie a tale sistema il consorzio non ha dichiarato elementi positivi di reddito per oltre 700mila euro e IVA pari a circa 470mila euro, indicando invece costi indeducibili per circa 2 milioni di euro. 

Nei confronti dei soggetti denunciati sono state anche avanzate proposte finalizzate al sequestro dei beni, allo scopo di restituire alla collettività le risorse illecitamente sottratte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento