Si getta dal balcone dopo un litigio su Whatsapp: fidanzato accusato di istigazione al suicidio

La ragazza aveva 17 anni

immagine di repertorio

Un 40enne bengalese è a processo da oggi, giovedì 15 febbraio 2018, con l'accusa di avere istigato al suicidio la sua connazionale Shornaly Hossain, gettatasi dal balcone di casa in via Porporati nel giugno 2016.

I carabinieri sono arrivati a lui guardando i messaggi su Whatsapp sul telefono della ragazzina, di cui lui era il fidanzato. Secondo il pm Vito Destito, che sostiene l'accusa e ha ottenuto il rinvio a giudizio, ci sarebbero segnali inequivocabili che l'uomo l'avesse spinta a togliersi la vita buttandosi dal quarto piano, senza alcuno scampo.

Lui nega invece ogni responsabilità, sostenendo che si sia trattato di un normale litigio.

I genitori, al momento, non si sono costituiti parte civile nel processo.

Nel corso dell'udienza è emerso che la ragazza aveva tenuto segreta la relazione alla famiglia, che l'aveva promessa in sposa a un altro uomo. La coppia non avrebbe mai avuto rapporti sessuali in quanto la ragazza era contraria al fatto che avvenissero prima del matrimonio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Motociclista perde la vita dopo lo scontro con una macchina

Torna su
TorinoToday è in caricamento