Cronaca

"Aperto sostegno all'Isis", controllate decine di fiancheggiatori telematici

Rapporto annuale della polizia postale di Torino: tra le attività del 2016 spicca il monitoraggio dei sostenitori del terrorismo islamico

Ci sono alcune decine di simpatizzanti, se non addirittura di fiancheggiatori, degli jihadisti anche a Torino e provincia, che vengono monitorati dalle forze dell'ordine.

E' quanto si evince dal rapporto annuale dell'attività della polizia postale nel capoluogo piemontese, che  sostiene che "l’attività di monitoraggio delle principali piattaforme social condotta con l’ausilio di un mediatore di lingua araba ha consentito di segnalare all’autorità giudiziaria numerosi profili che conducevano un’azione di aperto sostegno all’Isis attraverso la pubblicazione di immagini e video inneggianti alla jihad".

Sono stati scandagliati decine di profili Facebook, Twitter e di altri social network. Tutto il materiale monitorato è stato messo a disposizione della Digos che si occupa di tutte le indagini sui movimenti terroristici.

CONTINUA LA LETTURA >>>

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aperto sostegno all'Isis", controllate decine di fiancheggiatori telematici

TorinoToday è in caricamento