Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Scuola, Porchietto: "Le iscrizioni on line sono un problema"

"La scelta del Governo Monti - afferma - creerà disagi per le 800 famiglie che mediamente iscrivono i figli ai percorsi scolastici della formazione e finirà per favorire l'abbandono scolastico"

Le iscrizioni on line alle scuole per l'anno scolastico 2013-2014 creeranno disparità di trattamento e problemi alle famiglie. Lo dichiara l'assessore regionale al Lavoro, Claudia Porchietto.

"La scelta del Governo Monti - afferma - creerà disagi per le 800 famiglie che mediamente iscrivono i figli ai percorsi scolastici della formazione e finirà per favorire l'abbandono scolastico". Inoltre le agenzie formative sono state dimenticate dalla disposizione ministeriale. le agenzie sono "vittime di una disparità di trattamento - secondo Porchietto - Il blocco operato dal Governo Monti alle iscrizioni on-line verso le agenzie formative non può essere letto diversamente visto che la Regione Piemonte ha percorso tutte le strade possibili per far comprendere le conseguenze e i disagi che questa scelta può creare sul territorio locale e nazionale".

L'assessore sottolinea che la circolare ministeriale prevede che le iscrizioni alle istituzioni scolastiche statali per tutte le classi iniziali dei corsi di studio di ogni ordine e grado, per l'anno scolastico 2013/2014, vengano effettuate esclusivamente on line, ma la disposizione omette completamente l'obbligo anche per il sistema della formazione professionale. "Purtroppo - spiega l'esponente della Giunta piemontese - nonostante l'enfasi con cui sempre si cita nei discorsi l'integrazione fra i sistemi istruzione e formazione professionale il MIUR si è dimenticato delle agenzie formative. Una scelta che porta ad escludere dalla procedura l'iscrizione in un'agenzia formativa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, Porchietto: "Le iscrizioni on line sono un problema"

TorinoToday è in caricamento