menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, iscrizioni stabili ai licei. In netto calo gli istituti professionali

Sono stati comunicati i dati sugli iscritti per l'anno scolastico 2011-2012 nelle scuole superiori di Torino e provincia. Buoni numeri per gli istituti tecnici, stabili i licei, in calo i professionali

I dati delle iscrizioni alle scuole superiori di Torino e provincia per l’anno scolastico 2011-2012 sono stati comunicati stamane dall’assessore all’Istruzione Umberto D’Ottavio alla Giunta della Provincia di Torino.

Tra i 19.960 (19.479 nel 2010-2011) iscritti dopo la terza media al prossimo anno scolastico oltre la metà (50,4%)  ha scelto il liceo e poco meno della metà ( 49,6%) gli istituti tecnico professionali.

Dalla lettura dei dati si evince un calo dell’istituto professionale - che passa dal 20.9% con 4072 iscritti nell’a.s. 2010-2011 al 19,1% con 3813 iscritti previsto per il 2011-2012 – a vantaggio dell’istituto tecnico che sale dal 28.9% (5638 iscritti) al 30,5 % (6083 iscritti).  Stabile il liceo che piace al 50,4% degli studenti, 10.064 iscritti   (50,2%, 9769 iscritti nel 2010 -2011).

I professionali perdono alunni in tutti i settori (industria e artigianto, commerciali, agricoltura e sviluppo rurale, ecc) ma ne acquistano nel settore alberghiero (dal 36,4%, 1483 iscritti  al 41,7%, 1589 iscritti)  e dei servizi sociosanitari (dal 14,2, 579 iscritti al 15,6%, 595 iscritti).

All’interno dei licei risultano in leggero aumento le iscrizioni al liceo artistico (da 735  a 831 iscritti), al classico (da 1225 a 1259 iscritti) e allo scientifico (da 5003 a 5069 iscritti); poco più basse quelle del linguistico (da 1362 a 1364 iscritti),  in salita quelle del liceo delle scienze umane (da 1444  a 1541 iscritti).


“Questi dati – commenta l’assessore D’Ottavio - ci invitano a una prima riflessione riguardo all’istituto professionale in netto calo a favore degli istituti tecnici; professionale che senza la qualifica rischia di andare in crisi. Molti studenti non avendo più la prospettiva di un diploma al terzo anno preferiscono fare una scelta diversa. È un tema del quale mi pare opportuno discutere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lady Dybala si annoia all'ombra della Mole: "A Torino non c'è molto da fare"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento