menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intitolato il giardino pubblico a Don Luigi Giussani

Alla cerimonia, oltre a molti cittadini, hanno preso parte il vicario episcopale territoriale, Don Roberto Gottardo, che ha portato il saluto del vescovo Cesare Nosiglia

Si è svolta questa mattina la cerimonia di intitolazione del giardino di piazza Gozzano a Don Luigi Giussani, fondatore nel 1954 del movimento di Comunione e Liberazione, scomparso all’età di 83 anni nel febbraio del 2005.

“Questa intitolazione - ha esordito il vice presidente del Consiglio Comunale Silvio Magliano - è un atto importante per la sua valenza pubblica e per ciò che Don Giussani ha rappresentato e rappresenta per centinaia di donne e uomini torinesi. Don Giussani, con la sua vita, con le sue opere e con la sua passione per l'umanità ha mosso le coscienze e le anime di migliaia di giovani italiani. Ha posto alle donne ed agli uomini un questione decisiva e rilevante: che senso ha la vita? per che cosa vale la pena spendersi?”

Nella nostra città, infatti, sono visibili frutti e opere nate dal desiderio di condividere i bisogni degli altri, partendo non solo dal bisogno materiale, ma dal desiderio di condividere il significato della vita: l'Associazione Il Cammino, la cooperativa il Portico, il Centro di Solidarietà, il Banco Alimentare, la Piazza dei Mestieri, il Centro Culturale Pier Giorgio Frassati”. 

Alla cerimonia, oltre a molti cittadini, hanno preso parte il vicario episcopale territoriale, Don Roberto Gottardo, che ha portato il saluto del vescovo Cesare Nosiglia, Jesus Carrascosa, collaboratore di don Giussani, Paolo Gardino, responsabile della comunità di Torino di Comunione e Liberazione.

Hanno sottolineato il ruolo di grande educatore di “Don Gius”, come veniva confidenzialmente chiamato, e il carisma da cui sono nate vocazioni e sacerdoti in tutto il mondo. Prima dello scoprimento della targa al giardino, il presidente della Circoscrizione 7, Emanuele Durante ha sottolineato l’importanza dell’intitolazione in sintonia con la comunità locale della zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento