Cronaca

Insulti ai vigili e saluto fascista durante il carnevale: condannato arancere

Era completamente ubriaco

L'episodio è avvenuto nel corso del carnevale di Ivrea (immagine di repertorio)

Ha fatto il gesto del saluto fascista e ha insultato gli agenti della polizia locale. Un 54enne italiano residente a Carema, storico arancere del gruppo delle Pantere al carnevale di Ivrea, è stato condannato a due mesi di reclusione dal giudice monocratico Mariaclaudia Colangelo del tribunale di Ivrea per oltraggio a pubblico ufficiale. La sentenza è di metà dicembre 2018.

I fatti risalgono all'edizione 2014 della storica manifestazione. Inizialmente l'uomo, visibilmente ubriaco, aveva preso di mira un vicecommissario apostrofandolo come "testa di c..." e "vigile di m...". Poi, quando era stato identificato da questo e da un suo collega, aveva fatto il saluto romano dicendo "Se tornasse il duce li faremmo tutti fuori questi".

L'accusa aveva chiesto una condanna a quattro mesi. Le Pantere, naturalmente, sono estranee al gesto e se ne sono apertamente dissociate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti ai vigili e saluto fascista durante il carnevale: condannato arancere

TorinoToday è in caricamento