Insulti razzisti in classe: i genitori denunciano un professore

Lettera alla dirigente scolastica

immagine di repertorio

Un nuovo caso sta turbando, a metà febbraio 2018, la scuola media Pacinotti di via Le Chiuse dopo quello di alcuni giorni fa, in cui un professore di educazione fisica è stato accusato da un allievo di 11 anni di avergli rotto una mano colpendolo con una bottiglia piena di ghiaccio.

Questa volta la denuncia arriva da una seconda media ed è stata presentata dai rappresentanti di classe alla dirigente scolastica Maria Grazia Di Clemente. Si parla di razzismo: un professore di educazione tecnica avrebbe più volte apostrofato i suoi allievi con termini e frasi inequivocabili (in un caso avrebbe detto "cinese di m...", nell'altro "che c... vuoi marocchino?").

Le vicende, tutte da accertare, sono state raccontate dai ragazzi ai loro genitori. Questi ultimi (non soltanto quelli degli interessati, ma anche quelli dei loro compagni di classe) hanno immediatamente chiesto la sospensione dell'insegnante così come avvenuto (in via del tutto cautelativa in quanto anche quella vicenda merita i dovuti approfondimenti) per il collega accusato di avere colpito il ragazzo indisciplinato. In quest'ultimo caso, la difesa è che sarebbe stato proprio quest'ultimo a colpire a pugni uno dei muri della palestra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento