Inseguimento a Barriera di Milano: incidenti, colluttazioni e un arresto

Il fuggitivo ha tamponato prima l'auto di un carabiniere fuori servizio, poi un furgone con a bordo un uomo e alla fine, quando i carabinieri lo hanno bloccato, ha provato ad afferrare un coltello nel vano portaoggetti. L'arrestato è un chierese di 44 anni

Sabato sera il quartiere Barriera di Milano si è trasformato nel palcoscenico di un inseguimento terminato con l'arresto di un uomo di 44 anni, residente a Chieri, per i reati di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e la denuncia, sempre per quest'ultimo, per guida senza patente, fuga a seguito di un incidente stradale con lesioni, porto abusivo di oggetti atti a offendere e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Una sfilza di reati contestati a seguito del fermo avvenuto non senza problemi in via Botticelli. 

I FATTI - E' iniziato tutto alle ore 19 quando un carabiniere fuori servizio ha notato un Fiorino in via Ivrea, all'angolo con piazzale Romolo e Remo, già segnalato come veicolo utilizzato per commettere furti su autovetture. Avvisata la caserma e in attesa dell'arrivo dei rinforzi, il militare ha seguito il furgone rimanendo a bordo della propria autovettura.

La pattuglia è arrivata poco dopo e ha cercato immediatamente di fermare il Fiorino, ma il conducente ha prima forzato il posto di controllo danneggiando l'auto privata del carabiniere fuori servizio, poi ha urtato un Ford Transit. Dopo l'ultimo impatto il malvivente è stato bloccato e ammanettato dopo una breve colluttazione con i militari stessi in cui aveva cercato anche di impugnare un coltello che nascondeva nel vano portaoggetti.

Sul Fiorino i carabinieri hanno sequestrato diversi strumenti atti allo scasso e hanno accertato che il quarantaquattrenne non era in possesso della patente perché gli era stata revocata.

L'arrestato è stato infine accompagnato all'ospedale San Giovanni Bosco per essere visitato: i medici gli hanno riscontrato una piccola ferita lacero contusa e alcune escoriazioni alle mani, giudicate guaribili in un giorno. Al pronto soccorso ci è finito anche il conducente del Fiat Transit tamponato che ha rimediato una distrazione rachide cervicale con prognosi di dieci giorni.

I carabinieri sospettano che l'arrestato abbia messo a segno diversi furti su auto negli scorsi giorni in corso Giulio Cesare e lungo Stura Lazio vicino agli stabilimenti C.N.H. Industrial.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Trasporto pubblico locale, domani tram e bus si fermano per 4 ore

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento