Inseguimento a 200 all'ora per 15 chilometri: bloccato un ragazzo

Posto di blocco forzato

immagine di repertorio

Inseguimento a 200 chilometri l'ora la notte di martedì 26 dicembre 2017 sul raccordo Torino-Caselle.

Protagonista un ragazzo 20enne sinto residente a Torino che, nella zona dell'aeroporto, ha forzato un posto di blocco dei carabinieri al volante di un'Alfa Romeo 147 sfrecciando a tutta velocità verso il capoluogo.

L'inseguimento si è concluso in via Oxilia, dopo una quindicina di chilometri ma in realtà soltanto pochi minuti dopo il mancato rispetto dell'alt, quando lui si è trovato davanti le volanti della polizia. E' stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e si è giustificato dicendo di essersi spaventato perché la vettura non era di sua proprietà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

  • Normativa anticovid, controlli nelle aree verdi di Torino: sanzionati 16 sportivi

Torna su
TorinoToday è in caricamento