menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Senza patente sullo scooter, ignora l'alt della pattuglia e ingaggia un duello a 140 kmh

Ma alla fine viene arrestato

Senza patente perché gli era già stata ritirata per motivazioni analoghe, ha ignorato l'alt di una pattuglia della polizia ed è sfrecciato a 140 chilometri l'ora per mezza città commettendo una miriade di infrazioni e rischiando di investire diversi pedoni.

L'episodio è avvenuto nella mattinata di giovedì 9 aprile 2020 e ha visto protagonista un italiano di 43 anni residente in città, che ha concluso la sua giornata in carcere.

Lo scooter su cui viaggiava è stato intercettato dagli agenti della squadra volante in via Bologna ed è stato raggiunto in piazza Croce Rossa. Qui, nonostante l'ordine di fermarsi, ha aumentato la velocità. In corso Regio Parco angolo via Rossetti, ha rischiato prima di investire dei pedoni e poi ha proseguito la sua marcia contromano. Poi ha bruciato un semaforo rosso rischiando di provocare un incidente, ha cambiato più volte corsi zigzagando e ha raggiunto strada Settimo, dove ha superato un altro semaforo rosso e ha continuato contromano nonostante incrociasse delle auto costrette a spostarsi per evitare di travolgerlo. Arrivato in via Cuoco ha rischiato nuovamente di investire un altro pedone e giunto sul ponte Amedeo VIII una pattuglia della polizia locale ha cercato di ostacolarne la fuga. A quel punto la volante della polizia raggiunge lo ha raggiunto ma lui ha tentato una nuova manovra repentina per invertire la marcia: questa volta, però, il mezzo è caduto per terra. L'uomo si è rialzato e ha cercato di fuggire a piedi ma è stato definitivamente fermato, con difficoltà.

Per lui è scattato l'arresto per resistenza e denunce per vari reati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento