Cronaca Villaretto / Via Germagnano

Inquinamento pesante nel campo nomadi di via Germagnano: il giudice, è da sgomberare

La procura ha indagato 100 degli abitanti abusivi. L'Arpa ha rilevato elevati livelli di zinco, stagno e piombo nel terreno

immagine di repertorio

Il campo nomadi di via Germagnano va sgomberato anche per i giudici.

Dopo l'annuncio di ieri, martedì 8 novembre, dell'assessore all'ambiente Stefania Giannuzzi, che ne aveva annunciato la chiusura entro il 2021, è arrivata oggi la notizia che anche un gip del tribunale, Rosanna La Rosa, ha firmato un decreto di sequestro preventivo su richiesta del pm Andrea Padalino, che ha messo sotto indagine 100 rom residenti abusivamente nell'area con le accuse di invasione di terreni e disastro ambientale. Il documento è datato 16 settembre ed è già arrivato in municipio. Toccherà al Comune, che è proprietario dell'area, gestire lo sgombero.

I tecnici dell'Arpa, intervenuti più volte dopo le numerose segnalazioni dei residenti nella zona per puzze e fumi che provengono dai continui roghi che vengono appiccati nel campo, hanno rilevato elevati livelli di inquinamento del terreno da zinco, stagno e piombo.

In un sopralluogo la polizia municipale aveva trovato in via Germagnano due rom che avevano ricevuto il contributo di 500 euro per lasciare il campo di lungostura Lazio per rientrare in Romania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inquinamento pesante nel campo nomadi di via Germagnano: il giudice, è da sgomberare

TorinoToday è in caricamento