Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

La Circoscrizione 7 dichiara guerra ai bulli e al gioco d'azzardo

Presentate le due iniziative della circoscrizione 7. L'obiettivo è quello di dare protezione ai ragazzi vittima di bullismo e di sensibilizzare i cittadini sulla pericolosità di un gioco d'azzardo incontrollato

La Circoscrizione 7 di Torino ha lanciato due iniziative, una contro il bullismo e una contro il gioco d'azzardo. Le campagne sono state progettate in collaborazione con le Associazioni Commercianti e di Via e con il Comitato Regionale dell'Unione Nazionale Consumatori e presentate ieri nella scuola media “Marconi-Antonelli” di Via Asigliano Vercellese.

L'idea iniziale è stata di Ernesto Ausilio, coordinatore al Commercio della Circoscrizione 7: "Fuori i bulli è un'iniziativa che coinvolge i negozianti ed è stata fortemente voluta dalle Terza Commissione. Manderemo molti volantini nei negozi che a loro volta li esporrano nelle vetrine. Serve comunque per i ragazzi questa campagna - sottolinea Ernesto Ausilio -. In caso di difficoltà questi potranno entrare nei negozi in cui troveranno un negoziante pronto ad aiutarli, sia per una telefonata a casa, sia per un bicchiere d'acqua o, in casi estremi, anche per chiamare la Polizia".

Il problema del bullismo è sempre più crescente secondo le ultime indagini sull'argomento e proprio per questo, nonostante il budget ridotto delle amministrazioni di circoscrizioni, si è voluto fare qualcosa. "Sono obiettivi ambiziosi - commenta il Presidente Emanuele Durante - soprattutto al fronte di poche risorse, ma è importante per la sicurezza dei ragazzi". Dello stesso avviso anche l'avvocato Patrizia Polliotto, Presidente dell'Unione Nazionale Consumatori: "Viviamo situazioni di bullismo quotidianamente. Da noi vengono direttamente i genitori delle vittime. L'iniziativa 'Fuori i bulli' è molto importante perché ha una forte componente umana".


Insieme a "Fuori i bulli" è stata presentata una seconda iniziativa, "Non giocarti la vita". Questa è tesa a contrastare il fenomeno del gioco d'azzardo ogni oltre limite e a sensibilizzare i cittadini. "Il gioco d'azzardo è una malattia vera e propria - spiega il dottor Augusto Consili, Direttore Dipartimento Dipendenze "Claude Olievenstein" A.S.L. TO2 -. Non è una cosa brutta fino a che questa non diventi esagerazione, e purtroppo per molti lo è già diventato. Distribuiremo alcune cartoline in cui ci sarà una slot machine e lo slogan dell'iniziativa, sperando che questo sensibilizzi la gente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Circoscrizione 7 dichiara guerra ai bulli e al gioco d'azzardo

TorinoToday è in caricamento