menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Influenza in Piemonte: il picco è atteso per Capodanno

Intanto prosegue la campagna vaccinale

Con il freddo arriva puntuale, come ogni anno, anche l'influenza. Secondo il Seremi - Servizio di riferimento regionale di epidemiologia, per la sorveglianza, prevenzione e controllo delle malattie infettive - non sono ancora stati rilevati in Piemonte casi di virus 2017, quello atteso per questa stagione, ma già da qualche giorno sono stati segnalati molti episodi influenzali, quelli cosiddetti  "a bassa intensità".

E il Piemonte figura già, insieme alla Calabria e alla provincia autonoma di Trento, tra le tre regioni più colpite, anche se il picco è previsto con l'avvento delle feste, tra la fine di dicembre e le prime settimane di gennaio. Intanto la compagnia vaccinale contro l'influenza, partita lo scorso 6 novembre e gratuita per anziani e per chi soffre di patologie croniche, va avanti e presenta un andamento stabile rispetto all'anno scorso.

Gli ospedali del territorio dovranno tenersi pronti per evitare i sovraffollamenti nei pronto soccorso, presi regolarmente d'assalto con l'arrivo dell'influenza. Al Mauriziano di Torino tra l'altro, sarà attivo da quest'anno il nuovo servizio Fast, un'intera area per procedure veloci, dedicata a pazienti con influenza che verranno dimessi al più presto, evitando così intasamenti e lunghe attese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento