menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infiltrazioni di urina nelle case Atc, 78enne vive barricato in camera

Un anziano denuncia la presenza di muffa sulle pareti del bagno e della cucina. L'Atc, vista la situazione, provvederà al trasloco momentaneo dell'inquilino per avviare una serie di lavori

L’odore di urina sui muri e sulle pareti. La cucina inutilizzabile, o quasi, e i bagni ridotti in condizioni disastrose. Siamo in corso Lecce, zona Parella, dove la vita di Martino – il nome è di fantasia - è stata sconvolta da misteriose infiltrazioni che stanno divorando tutta la sua abitazione. Basta entrare nell’alloggio del 78enne per farsi una vaga idea del problema: muffa sul soffitto e sulle pareti, improvvise cadute di calcinacci, macchie gialle e nere sui muri. Come se non bastasse l’uomo è costretto a vivere senza acqua calda, segregato in camera da letto, l’unica stanza che al momento risulta agibile.

Nella camera l’anziano ha radunato i suoi vestiti, le pentole e i medicinali. Tutti i suoi oggetti personali e i ricordi di una vita. “Non mi faccio neanche più il bagno perché mi viene male solo ad entrare in quel locale – lamenta Martino -. Ma gli stessi problemi si presentano nell’angolo cottura dove ormai non cucino un uovo o un piatto di pasta da diverse settimane”. Martino mangia nei bar o dove capita, tutto pur di non ammalarsi. “I fornelli sono invasi dai calcinacci – continua l’uomo -. Non posso nemmeno far scaldare l’acqua perché ho dovuto levare qualunque cosa dalle pareti”.

Martino, inoltre, tiene aperte le finestre tutto il giorno per far circolare l’aria. Ma la sua disavventura finirà nei prossimi giorni. Proprio ieri Atc ha provveduto ad allertare l’inquilino del cambio alloggio. Nei prossimi giorni si provvederà al trasloco che permetterà agli operai di intervenire e sistemare la tubazione di scarico della acque nere. “Abbiamo effettuato un controllo e abbiamo riscontrato anomalie nelle tubature – spiegano da corso Dante -. Visto l’impatto dell’intervento, che non permetterà più l’utilizzo del bagno durante i lavori, è stata offerta la possibilità all’inquilino di trasferirsi qualche isolato più avanti, sempre sul corso Lecce. Non appena si sarà trasferito i lavori nell’appartamento potranno iniziare”. Al povero pensionato, in passato operato a causa di un tumore, toccherà quindi cambiare casa. “Spero che questo incubo finisca presto” le ultime parole del 78enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento