Cronaca

Indagato per corruzione, cancelliere della Corte d'appello punta a patteggiare

La pena proposta per Angelo Moscato si aggira attorno ai tre anni e mezzo di reclusione

Indagato per corruzione ma ora intenzionato a patteggiare. Angelo Moscato, cancelliere della Corte d'appello di Torino, indagato anche per falso, abuso d'ufficio e accesso abusivo ai sistemi informatici starebbe pensando di ricorrere al patteggiamento.

Secondo quanto è trapelato dagli ambienti giudiziari torinesi, la pena proposta si aggira attorno ai tre anni e mezzo di reclusione. Le accuse a Moscato si riferiscono ai favori che avrebbe fatto ad alcuni personaggi coinvolti in procedimenti penali. Al termine dell'inchiesta il pm Gianfranco Colace aveva chiesto il rinvio a giudizio di altri sei indagati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagato per corruzione, cancelliere della Corte d'appello punta a patteggiare

TorinoToday è in caricamento